Persone

Editoriale

Uno scorpione doveva attraversare un fiume, ma non sapendo nuotare, chiese aiuto ad una rana che si trovava lì accanto. Così, con voce dolce e suadente, le disse: «Per favore, fammi salire sulla tua schiena e portami sull’altra sponda». La rana gli rispose «Fossi matta! Così appena siamo in acqua mi pungi e mi uccidi!» «E per quale motivo dovrei farlo? – incalzò lo scorpione – se ti pungessi, tu moriresti ed io, non sapendo nuotare, annegherei». La rana stette un attimo a pensare e convintasi della sensatezza dell’obiezione dello scorpione, lo caricò sul dorso e insieme entrarono in acqua.
A metà tragitto la rana sentì un dolore intenso provenire dalla schiena, e capì di essere stata punta dallo scorpione. Mentre entrambi stavano per morire la rana chiese all’insano ospite il perché del folle gesto. «Perché sono uno scorpione – rispose lui – è la mia natura!»

Una cosa del genere sta accadendo oggi nell’orologeria, dove produzione, comunicazione e distribuzione stanno vivendo un momento di grande caos, non certo costruttivo. Seguendo il miraggio dell’online si valuta con assoluta freddezza la chiusura di tanti concessionari, mentre la comunicazione viene affidata a influencer che “influenzano” quasi sempre dei mondi che non acquisteranno mai un segnatempo oppure un gioiello importante.
Seth Godin, scrittore statunitense tra i massimi esperti mondiali di marketing, ha recentemente affermato: «Dobbiamo far scendere i brand dalla giostra dei social media, che va sempre più veloce, ma non arriva mai da nessuna parte. È giunto il momento di smettere di convincere con insistenza e di disturbare o fare spamming, fingendo di essere i benvenuti. Siamo in una fase storica accelerata che non ammette però scorciatoie e occorre concentrarsi su un percorso lungo e sostenibile, tornare all’autenticità, che passa necessariamente dalle esperienze. A meno che tu non stia vendendo teoremi matematici, stai vendendo emozioni»*. Appare evidente come qualità e legittimità siano l’unica via possibile per mantenere vivo e vitale il settore dell’orologeria, evitando di fare la fine della rana e dello scorpione.

Buone lancette a tutti

* fonte ilSole24Ore.com

Paolo Gobbi

Paolo Gobbi è stato Group Watch Editor di Bel Vivere del Gruppo Cose Belle d’Italia dal gennaio 2017 al settembre 2019.
Fotografo, scrive libri di orologeria. Ha iniziato la sua attività giornalistica nel 1987.

Orologi

Segni e parole

PRELUDIO
"Al nostro nascere mi ricondusse il presagio
poggiammo sul mondo le labbra destinate
potendo in altra forma illuderci dentro.
Io
che di freccia trapasso carne a carne
il tuo bordo d’allegrezza senza più il ritorno.
Sono il nord e il sud
ma niente in piena luce
è quel che sembra.
Sono linea data senza conflitti
mentre percorro l’asse che slarga
i contrapposti egoismi nel ventre.
Creiamo l’amore per creare noi stessi
luce di maggio di un paesaggio annunciato.
Tu
compiendo il respiro ineludibile
legame al cielo in quiete perfetta
afferri la chiusa parola insidiosa.
Mi benedici
sapendoti vena nel mio abisso
vegliato palpito che ti è in dono

Bibiana La Rovere
Artista, poeta, performer

Bibiana La Rovere si occupa di scrittura e cultura della comunicazione. Con il Concept Design unisce comunicazione, scrittura e arte per realizzare progetti innovativi di brand identity per l’impresa, con eventi editoriali e allestimenti interdisciplinari, in un processo di narrazione multisensoriale, che va dall’arte al design, dalla fotografia alla scrittura, al sound design, comunicando, attraverso il marchio, la brand identity, l’identità imprenditoriale.

Lifestyle

Boutique

Vintage

Gioielli

Menu