GIRARD – PERREGAUX la storia si ripete per il Laureato Tourbillon

GIRARD PERREGAUX LAUREATO TOURBILLON 2018

Durante il SIHH 2018 Girard Perregaux ha orgogliosamente proposto un Tourbillon nel corollario della famiglia Laureato in due versioni: un tourbillon volante nel modello scheletrato e un tourbillon classico nella configurazione ora e minuti.

 

 

Con questa mossa il marchio di  La Chaux-de-Fonds eleva ancora una volta la categoria degli orologi sportivi di lusso ad un livello superiore rispetto a competitors della suddetta categoria come Vacheron Constantin Overseas e Patek Philippe Nautilus e Aquanaut.

 

Girard perregaux vanta una forte “expertise” nell’ambito di questa complicazione, di fatti iniziò oltre 120 anni fa a costruire il Tourbillon con Tre Ponti d’oro (i tre ponti struttura costruttiva emblematica di GP) negli orologi da tasca. Inoltre, GP non è la prima volta che propone un tourbillon sulla configurazione del Laureato; durante gli anni 80 quando la Svizzera stava attraversando la crisi portata dalla rivoluzione del quarzo, Girard Perregaux rispose in totale antitesi a quel momento storico, ingegnerizzando il suo iconico tourbillon tre ponti su di un segnatempo da polso (all’epoca il neonato Laureato).

Antiquorum- ref. 9907 N° 2, lotto 399 valore stimato di € 25.000 – 40.000, venduto a $ 47, 500

 

Il prodotto venne lanciato a Baselworld nel 1991 in onore dell’anniversario dei 200 anni della manifattura. Presentarono un modello di  40mm (dimensioni alquanto atipiche per i tempi), contenente il calibro 9900 sviluppato con tre ponti d’oro 18k in linea, bracciale in acciaio, con chiusura a deployante.

La lunetta ottagonale serra il cristallo in zaffiro che protegge il movimento il quale, messo a nudo dall’assenza del quadrante, rivela finiture molto accurate come la platina rodiata con decorazioni guilloche e oeil-de-perdrix. Il tourbillon a ore 6 è blindato proprio da quei tre ponti ideati da Constant Girard stesso con l’aiuto del geniale orologiaio Ernest Guinand.

Successivamente, nel 2012 viene riproposta una seconda variante in tiratura limitata a 10 pezzi. Le differenze con il modello uscito nel 1991 sono molteplici: la cassa viene portata a 42.60mm e realizzata in Platino spazzolato, Il tourbillon sempre a ore 6 è sempre blindato da i tre ponti che però in questa variante sono stati realizzati in zaffiro celeste, ed infine bracciale in titanio, sempre con chiusura a deployante.

Laureato Tourbillon with Three Spinel Brigdes 99071-27-001-21A (anno 2012), venduto a € 150.000,00

Ambedue i precursori del neonato Laureato Tourbillon erano esteticamente avanguardistici e ingegneristicamente ambiziosi. Con un tale passato, non sarebbe poi così malvagio aspettarsi nei prossimi anni un Laureato Tourbillon in una configurazione in linea con i due modelli menzionati.

Ad ogni modo, la proposta di un tourbillon non fa altro che accrescere l’amore e la fiducia degli appassionati nel presente e nel futuro della famiglia Laureato Girard Perregaux.

Riflessioni su Baselworld 2018
PANERAI LUMINOR L’ASTRONOMO

Potrebbe interessarti anche

Menu