Rado HyperChrome Captain Cook: il gusto vintage

Rado continua a rievocare lo stile rétro con il rilancio della Collezione vintage Captain Cook.

Reinventando una collezione Rado degli anni Sessanta, la nuova famiglia HyperChrome Captain Cook propone un trio di orologi per uomini e donne che amano uno stile casual e originale.

La collezione prende il nome dal capitano James Cook, esploratore inglese vissuto nel XVIII secolo, che tracciò rotte per migliaia di miglia fino a giungere alle coste del Pacifico mai esplorate prima di allora, avvalendosi solo di vaste conoscenze, in prevalenza acquisite personalmente, di cartografia, antropologia e astronomia.

In qualità di brand noto per il suo spirito pionieristico e per le sue soluzioni innovative, Rado ha il piacere di svelare questa rinnovata collezione rétro di orologi automatici sportivi che portano il nome del capitano Cook.

Indici oversize, massicce lancette a forma di freccia e una lunetta girevole in ceramica hi- tech e acciaio o acciaio con iniezione al carbonio si armonizzano tra loro conferendo al Captain Cook un aspetto decisamente vivace. I due modelli da 37 mm catturano lo sguardo grazie a un look maschile e femminile ben definito.

L’HyperChrome Captain Cook nella sua versione più spiccatamente femminile dispone di un quadrante argentato leggermente in rilievo tempestato di 8 diamanti Top Wesselton.

Una lunetta in ceramica bianca hi-tech e un bracciale “Milanese” in metallo a maglie sottili si fondono per donare una sensazione di lusso e sportività insieme.

La versione per uomo propone toni più scuri e una lunetta in ceramica hi-tech nera con un cinturino aggiuntivo in pelle marrone vintage.

Allo scopo di ricordare l’anno di presentazione della Collezione originale Captain Cook, questo segnatempo per uomo è in edizione limitata a 1962 esemplari.

Lo scorso anno Rado ha rilanciato la Collezione vintage Cape Horn, che ha segnato la rinascita del modello maschile di grandi dimensioni HyperChrome 1616.

L’HyperChrome Captain Cook è la seconda Collezione nata negli anni Sessanta che Rado ha scelto di rievocare e reinterpretare in tutti questi anni.

 

Omega Speedmaster Racing Master Chronometer
Alla ricerca di un nuovo paradigma

Potrebbe interessarti anche

Menu