RICHARD MILLE RM 53-01 “GORILLA WATCH”

Richard Mille colpisce ancora, realizzando un altro orologio tecnicamente incredibile insieme a una star sportiva che lo ha testato direttamente sul campo. Il campo in questione è quello del polo, mentre il collaudatore d’eccezione è il più forte giocatore del momento in questa disciplina, Pablo Mac Donough. Così è nato l’RM 53-01 Pablo Mac Donough. Lo spettacolare orologio, che prende il nome del cavaliere argentino di origine irlandese (che ha anche contribuito alla sua creazione con idee e suggerimenti) è stato l’unico modello che la maison nata all’inizio degli anni 2000 ha presentato all’ultimo SIHH di Ginevra.

 

 

Questo segnatempo rientra in quella che ormai può essere definita la tradizione di questo brand, ovvero l’introduzione di pezzi tecnicamente all’avanguardia realizzati con la collaborazione di atleti del calibro del tennista spagnolo Rafael Nadal, del pilota ex Ferrari Felipe Massa o del golfista americano Bubba Watson. L’aspetto singolare è che questi oggetti preziosi, modelli che montano diverse complicazioni che richiederebbero cautela, vengono spinti al limite e usati durante le gare, dimostrando una resistenza altissima a urti e sollecitazioni. Non fa eccezione l’RM 53-01 Pablo Mac Donough con Tourbillon, il cui prezzo lascia storditi, visto che sfiora il milione di euro nonostante l’assenza di pietre preziose che giustificherebbero la cifra.

 

 

Il prezzo, però, è equo, e i motivi sono molteplici. Il primo è proprio la sua estrema resistenza, fornita dal vetro stratificato formato da due strati di vetro zaffiro divisi da una membrana in polivinile che, come succede ai parabrezza delle auto, può anche rompersi ma mai frantumarsi. Poi, la cassa è composta da tre parti di Carbonio TPT, formato da 600 strati di filamenti paralleli di fibra di carbonio che rendono ogni orologio un pezzo unico molto resistente. Il quadrante scheletrato è più che al sicuro. Poi non bisogna dimenticare la sofisticata complicazione del tourbillon e il movimento meccanico a carica manuale, realizzati con materiali modernissimi come il titanio grado 5, una lega di 90% titanio, 6% alluminio e 4% vanadio già in uso nell’aeronautica per la sua grande resistenza a corrosione e dilatazione. Ultimo motivo di pregio: la grande leggerezza dell’orologio. Vista la complessità di produzione, l’RM 53-01 Pablo Mac Donough è stato prodotto in soli 30 esemplari.

 

BULGARI OCTO TOURBILLON SAPPHIRE
IWC TRIBUTO A PALLWEBER

Potrebbe interessarti anche

Menu